Come essere dei bravi genitori ai tempi del Covid

Il periodo di quarantena che abbiamo vissuto ha messo tutti a dura prova, grandi e piccoli, e spesso ci siamo chiesti "Come essere genitori in tempo di Covid?". Le famiglie sono state sottoposte a forte stress e obbligate a doversi adattare ad una nuova normalità, ristabilendo confini ed abitudini. Di fronte ad un evento eccezionale come l’epidemia che stiamo affrontando, i genitori sono stati chiamati, senza una specifica preparazione, a guidare i figli nel percorso necessario all’adattamento.

Psicologa e Psicoterapeuta Ribaldone AlicePsicologa e Psicoterapeuta Ribaldone Alice 28 Febbrario 2021
genitori e covid

Tutti abbiamo dovuto cambiare la nostra routine: molti adulti sono passati ad una modalità di lavoro agile, lo smart working, che come abbiamo detto in un precedente articolo offre numerosi vantaggi (principalmente il guadagno di tempo e il continuare a lavorare in sicurezza) ma anche degli svantaggi, che riguardano principalmente l’aspetto di socialità del lavoro e difficoltà a mantenere un confine tra vita lavorativa e vita privata.

Come sono cambiate le giornate con la quarantena

Non solo i grandi hanno visto la loro vita completamente trasformata. I bambini e i ragazzi si sono trovati a dover rimanere in casa, senza poter andare a scuola, contesto educativo ma anche socializzante, e dovendosi reinventare una vita dentro le mura domestiche. Sono stati costretti a seguire modalità di apprendimento completamente nuove attraverso la didattica a distanza e che spesso non sono state in grado di supportare ed accompagnare realmente gli studenti negli apprendimenti. Anche oggi che la scuola con la modalità in presenza è ripartita (e speriamo duri!) le cose non sono comunque semplici. E non solo per l’uso delle mascherine, il distanziamento, gli ingressi scaglionati, la mancanza di docenti, ma anche perché basta un raffreddore o qualche linea di febbre (che potrebbe avere mille cause diverse) per obbligare (giustamente) a restare a casa.

Smart working e famiglia.

La modalità di lavoro da remoto connesso ad una frequenza scolastica spesso incostante, ha fortemente messo in difficoltà i genitori, sommersi com’erano e come sono attualmente dalle richieste dei figli.
Se in famiglia entrambi i genitori sono impegnati con il lavoro, anche se da casa, può capitare che non siano in grado di rispondere immediatamente alle esigenze dei bambini; quindi può nascere il bisogno di una figura di aiuto come la baby-sitter. Questo costituirebbe una spesa extra che, soprattutto in questo periodo, può gravare sul bilancio familiare, oltre che essere un fattore di rischio per la salute perché ti espone a un maggior numero di contatti extra familiari.

L’aspetto mutabile delle famiglie

L’aspetto positivo di tutto questo? Che le famiglie sono sistemi complessi e in continuo cambiamento: nella maggior parte dei casi sono in grado di adattarsi alle diverse fasi del ciclo di vita, anche – e soprattutto – ad eventi imprevisti. Un’altra risorsa delle famiglie è la rete familiare allargata: nonni e zii possono essere una fonte di aiuto in questi momenti in cui i genitori necessitino di essere sostituiti. Se i rapporti familiari non sono così buoni, ci possono essere gli amici più stretti.
Intorno alla famiglia esiste una rete di supporto alla genitorialità: le famiglie d’origine, gli insegnanti o amici.
Se la rete di supporto non è presente o non è disponibile, la cosa importante è mantenere la calma! A tutto c’è una soluzione, la cosa fondamentale è l’organizzazione!
Gli ingredienti principali sono: fiducia nelle capacità e competenze proprie e degli altri e responsabilizzazione. In particolare nel confronti dei figli!

L’importanza di responsabilizzare i figli

Responsabilizzare i propri figli, quando hanno l’età per affrontare piccoli problemi, è davvero salutare per loro, se viene fatto nel modo giusto e non con un atteggiamento di delega totale. Chiedere al figlio maggiore di fare attenzione ai fratelli piccoli può farlo sentire capace e forte e lo mette alla prova di fronte alla possibilità di fare errori e ad una possibile frustrazione. Sappiamo che i genitori non vorrebbero sottoporre i figli a questo rischio ma è educativo, perché li abitua ad affrontare gli eventi della vita anche in autonomia.
Impariamo a dare fiducia ai nostri figli nelle loro capacità di auto-regolarsi quando necessario, facendogli comunque capire che siamo una base sicura per loro, che siamo calorosi e sensibili nei loro confronti. I genitori continuano ad essere presenti e ad avere l’ultima voce in capitolo su tutto, per il bene dei figli. Questo aiuta a non determinare un’inversione di ruoli, che sarebbe molto più disfunzionale per la famiglia.
Assegnare ai bambini e ai ragazzi piccoli compiti gradualmente è educativo e permette loro di imparare sempre di più.

I genitori devono fare fronte comune

Altra cosa importante è che ciascun adulto svolge una funzione genitoriale nel rapporto diretto che ha con il figlio, ma solitamente (nella migliore delle condizioni) si coordina e collabora con un altro adulto costituendo una “squadra” genitoriale (la congenialità). Ancora di più nei momenti di difficoltà e crisi, è importante che i genitori si coordinino in modo solidale e collaborativo, superando le naturali controversie che emergono dalla necessità di integrare le differenze di stile educativo e affettivo.
Fare “squadra” tra genitori sia nell’educazione dei figli sia nell’alternarsi in modo da avere ciascuno un momento totalmente per sé!
Un sistema organizzato, dove ad ognuno è assegnato un ruolo, funziona come una macchina che produce!

Proviamo a condividere con voi alcune strategie per affrontare da genitori questo periodo difficile:

  • Responsabilizziamo i bambini e i ragazzi sulla base della loro età e possibilità: diamo loro piccoli compiti per farli sentire capaci e responsabili di se stessi e della loro famiglia!
  • Non adultizziamo eccessivamente i bambini: non parliamo loro come adulti ma come bambini capaci!
  • Condividiamo il tempo con le persone che amiamo: facciamo insieme ai figli attività piacevoli come ascoltare musica, guardare programmi interessanti alla loro portata, fare passeggiate all’aperto.
  • Prediligiamo lo stile educativo autorevole: guidare e monitorare i figli continuando ad essere presenti e calorosi!
  • Facciamo attenzione alla comunicazione: evitiamo le contraddizioni tra quello che diciamo e come ci comportiamo (ad esempio mostrarsi tranquilli a parole ma arrabbiati nei comportamenti) e impariamo a dire no quando è necessario. I no e il conflitto sono un terreno da sperimentare per crescere!
  • Trasmettiamo rassicurazione: i bambini comprendono oltre le parole, sentono se siamo preoccupati. È comprensibile esserlo in questo momento storico, ma facciamoci sostenere da amici e parenti, quando possibile: sfoghiamoci con loro, non con i bambini.
  • Gestiamo i conflitti familiari in modo costruttivo e non distruttivo: il periodo è già abbastanza frustrante da solo, non carichiamolo di eccessivi pesi!
  • Chiediamo aiuto se ne abbiamo bisogno: questo vale a tutte le età! Se la nostra rete di supporto fa acqua da tutte le parti, è sempre possibile chiedere aiuto ad un terapeuta per essere sostenuti in questo momento di difficoltà!

Ricordiamoci che non esistono genitori perfetti, né famiglie ideali, né manuali di istruzioni! Si apprende e si cresce come genitori attraverso continui errori e continue riparazioni! La cosa importante è che bambini e ragazzi sentano di poter aver fiducia negli adulti che li circondano!

Possiamo aiutarti con:

Sostegno alla genitorialità
Sostegno alla genitorialità icona

Sostegno alla genitorialità

I figli sono un regalo meraviglioso, ma può capitare che questi, crescendo, vadano incontro a un periodo difficile e psicologicamente impegnativo. I genitori, da soli, spesso non possiedono gli strumenti per risolvere le difficoltà, in ...
Continua a leggere

Terapia Familiare
Icona famiglia

Terapia Familiare

La famiglia è un sistema complesso, strutturato in gerarchie e profonde relazioni affettive tra i suoi membri, nonché la base sulla quale si forma a livello sociale l'identità di ogni persona. Per questo motivo, è complessa anche la ...
Continua a leggere

Terapia di coppia
Icona coppie

Terapia di coppia

La vita nel rapporto di coppia non è sempre facile: non è raro che insorgano problemi, situazioni di squilibrio, difficoltà nella comunicazione che possono condurre a una crisi difficile da gestire. In questi e tanti altri casi la ...
Continua a leggere

Consulenza psicologica online
Consulenza psicologica online icona

Consulenza psicologica online

La consulenza psicologica online è una prestazione valida eseguita da un professionista e riconosciuta dal CNOP (Consiglio Nazionale Ordine Psicologi), che ha stilato delle Linee Guida per le Prestazioni Psicologiche a Distanza che possano ...
Continua a leggere

Richiedi una consulenza

    Privacy Policy - Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali

    Iscriviti alla nostra newsletter

    Rimani sempre informato sui nostri articoli e aggiornato sulle novità di Studio Psyche!

    Invia
    Privacy Policy - Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali