Sostegno psicologico a cosa serve e a chi è rivolto

Nella vita possono capitare in ogni momento eventi particolarmente critici, che ci mettono alla prova; in quei frangenti potremmo capire di avere bisogno di un sostegno psicologico un confronto e di un consulto con una persona esterna al nostro cerchio di relazioni affettive, che sappia ascoltare e analizzare in maniera oggettiva e professionale il disagio provato, e ci aiuti a curarlo.

Sostegno psicologico

Sostegno psicologico definizione

Gli interventi di sostegno psicologico, condotti da psicologi professionisti, sono finalizzati ad alleviare il disagio in situazioni di vita specifiche. Nella psicologia il sostegno psicologico si basa su una relazione empatica tra gli psicologi e i pazienti: questo permette allo specialista di ascoltare senza giudizio e alla persona di elaborare con serenità e fiducia pensieri e vissuti emotivi di un momento di vita.

A cosa serve il sostegno psicologico?

L’obiettivo del sostegno psicologico è sia comprendere il disagio, il suo significato e la sua funzione all’interno dei contesti relazionali in cui la persona vive e interagisce, sia sostenere e potenziare le risorse inespresse della persona stessa.

Attraverso il potenziamento delle risorse inespresse sarà possibile aumentare il senso di fiducia verso se stessi al fine di poter fronteggiare in modo autonomo le successive situazioni critiche e stressanti e recuperare così la propria salute psicologica.

È possibile richiedere il sostegno psicologico, ad esempio, nel caso di disturbi come:

Sostegno psicologico: quanto dura e a chi è rivolto

La durata del percorso è soggettiva, variabile e può concludersi nel momento in cui si trovi una diversa modalità di adattamento ad una nuova situazione e sia stato alleviato il disagio.

Il sostegno psicologico è rivolto a tutti: l’adulto, il bambino, l’adolescente, la coppia e la famiglia.

Potrebbe interessarti anche...

Esercizi di respirazione per rilassarsi e combattere l’ansia Esercizi di respirazione

Esercizi di respirazione per rilassarsi e combattere l’ansia

Quando si fanno gli esercizi di respirazione bisognerebbe sempre cercare di inspirare attraverso il naso per umidificare, purificare e riscaldare l’aria e espirare dal naso se possibile. Per scaricare le tensioni, si può espirare anche ... Continua a leggere

Richiedi una consulenza

    Privacy Policy - Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali

    Iscriviti alla nostra newsletter

    Rimani sempre informato sui nostri articoli e aggiornato sulle novità di Studio Psyche!

    Invia
    Privacy Policy - Ho letto e autorizzo il trattamento dei miei dati personali